Radio Giornale della Sila e Presila del 18 febbraio

RG

notizie4     

 

Notizie
Nessun ferito registrato ma numerosi sono stati gli interventi dei Vigili del fuoco a causa del maltempo abbattutosi violentemente sul catanzarese.
Le squadre di soccorso sono state impegnate nei comuni di Marcedusa, Andali e Taverna con interventi di colleghi arrivati in supporto provenienti dalla Sede centrale, dal distaccamento di Sellia Marina nonché dal distaccamento volontario di Taverna.
Il forte vento ha causato l’abbattimento di alberi d’alto fusto e la caduta di rami, così come di elementi di copertura di fabbricati, che sono stati divelti; cartelloni pubblicitari ed insegne rese pericolanti.
Ad Andali, proprio un tetto divelto si è precipitato sulla sede stradale di collegamento al comune di Cerva. L’arteria al momento è chiusa al traffico in quanto il vento che ancora persiste, rende difficoltose le operazioni di soccorso. Il distacco di alcuni cavi della rete elettrica hanno anche creato ulteriori disagi alla popolazione della zona.
A Taverna, invece, un albero adiacente la Chiesa della Madonna della Santa Spina si è abbattuto nel cortile di accesso. Nessun danno alla struttura.

Tanta neve e sprazzi di sole sulle principali località montane calabresi con le piste sciistiche aperte a Camigliatello Silano, Trepidò di Cotronei, dove si contano anche presenze dalle vicine regioni, e Gambarie d’Aspromonte che resta meta di numerosi turisti siciliani.
Tanti gli amanti degli sport invernali che hanno affollato gli impianti della dorsale appenninica calabrese dopo le abbondanti precipitazioni su tutti i rilievi e le temperature basse che permettono condizioni ideali. Presenze confortanti, quelle di oggi, per gli operatori turistici e gli albergatori e un buon viatico anche per i prossimi week end all’insegna dello sport, del relax e del divertimento. Unico rammarico è la chiusura, ancora per mancanza di collaudo, delle nuove piste di Lorica dove la neve è abbondante ma dove non è ancora possibile praticare lo sci.

Il Servizio Civile, ad oggi, vede la presenza di decine di migliaia di giovani volontari impegnati in circa 4.000 progetti attivi. La nostra idea è quella del Servizio Civile Europeo, inteso come strumento principale – insieme all’Erasmus – di creazione di una consapevolezza profonda del nostro essere europei”.
E’ quanto ha dichiarato il segretario regionale dei Giovani Democratici della Calabria candidato, nelle liste del Pd, alla Camera dei deputati, Mario Valente in un incontro con il Capogruppo del Partito Democratico, Ludovico Serra, il segretario dei Giovani Democratici, Giuseppe Fulci e i ragazzi del Servizio Civile del Comune di Spezzano della Sila.
“Il servizio civile rappresenta, per i nostri giovani, una grande opportunità per la propria crescita personale e, il Servizio Civile europeo, in questo senso, può diventare un importante volano, per i giovani, per accedere al mercato del lavoro ed un importante passo avanti verso la cittadinanza attiva ed europea.

Dopo gli affollati appuntamenti in programma alla Bit promossi dalla Regione Calabria, in cui è stato fatto il punto delle azioni e delle strategie messe in campo per rafforzare la Destinazione turistica della Calabria e sono stati illustrati gli ulteriori obiettivi da raggiungere, si è svolta in mattinata la conferenza stampa sul tema dello sviluppo del turismo lento in Calabria attraverso la pratica dei cammini, con la presentazione della guida Touring Club “Cammini di Calabria-Walking in Calabria.
Con interventi molto significativi, i relatori – Giuseppe Luzzi, Direttore F.F. del Parco Nazionale della Sila, Mimmo Pappaterra, presidente del Parco Nazionale del Pollino, Giuseppe Bombino, presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giovanni Bastianelli, dirigente settore Turismo-Mibact, Giulio Lattanzi, amministratore delegato Touring editore, il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio che ha concluso i lavori – hanno sottolineato nel complesso l’attualità del percorso intrapreso dalla Calabria attraverso le sue Istituzioni, teso a incentivare e promuovere forme di turismo sostenibile.

La Sila sotto la neve. Nella nottata la candida coperta bianca ha avvolto le montagne della Catena Costiera e i rilievi di Sila è Pollino. Ancora neve sulla Sila, tra San Giovanni in Fiore e le alture della Presila Cosentina con precipitazioni più intense tra Carlomagno e Botte Donato dove la neve in alcuni punti supera i 65-70 cm. A 1600 metri nei dintorni di Carlomagno 40 cm in totale. Imbiancata nelle prime ore della mattina anche San Giovanni in Fiore. In una stagione invernale poco generosa di neve, anche in quota, quest’ondata di freddo e neve sta rimpinguando le nevi già presenti e quindi anche il perfetto funzionamento degli impianti sciistici di Monte Curcio a Camigliatello Silano dove nell’area urbana ci sono 15-20 cm. Le foto sono state nuovamente fornite, come sempre, da Gianluca Congi, nostro affezionato collaboratore.

Il Parco Nazionale della Sila ha partecipato anche per questa edizione alla Borsa Internazionale del Turismo, vetrina indiscussa del turismo internazionale. Da oltre trent’anni BIT favorisce l’incontro tra decision maker. Esperti del settore e buyer accuratamente selezionati e profilati. Provenienti dalle aree geografiche a più alto tasso di crescita economica. E da tutti i settori della filiera. Il Parco Nazionale della Sila, ospite nello stand della Regione Calabria ha presenziato con il proprio materiale promozionale al front-desk dedicato ai Parchi di Calabria per tutta la durata della manifestazione fieristica. Nella persona del Direttore f.f. dott. Giuseppe Luzzi alla conferenza stampa sul tema “Lo sviluppo del turismo in Calabria attraverso la pratica dei cammini”. E la presentazione della guida Touring Club “Cammini di Calabria-Walking in Calabria.

“Basta ritardi e promesse. Gli impianti di risalita delle stazioni sciistiche di Lorica devono essere consegnate ai cittadini”. Così l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Laura Ferrara, interviene sui differimenti e i proclami che contraddistinguono l’opera del progetto Pisl “Lorica Hamata in Sila Amena”. Progetto finanziato nell’ambito del POR Calabria Fesr 2007-2013, che avrebbe beneficiato di 13 milioni 347mila di contributo pubblico (Assi 5 e 8 POR Calabria 2007/2013) e di oltre 3 milioni di euro di contributo privato.

—————————–

MESSAGGI WATHSAPP – 3494549311

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *