Approfondimento Calabria

Approfondimento degli avvenimenti accaduti in Calabria realizzato da Italiastampa e Radio Altopiano Silano

notizie1     

                                               ———————————————————————–

News del 01/06/2016
L’Associazione Italia Night & Day organizza “Artisti in Mostra” – Mostra Itinerante. Corrado Alvaro definì la Calabria la “regione più misteriosa e inesplorata d’Italia”. Tale definizione è valida in parte ancora oggi se si pensa che la Calabria è associata quasi sempre ai suoi trascorsi magnogreci, dimenticando che essa ha subito in passato tante dominazioni, ognuna delle quali ha lasciato tracce indelebili nell’arte e nella cultura. Accanto alle antiche vestigia magnogreche, infatti, convivono nella nostra regione tante bellezze di un patrimonio storico e artistico, come gli artisti che hanno una voglia di riscatto culturale attraverso l’ arte. Il progetto espositivo itinerante Artisti in Mostra, indetto dall’ Associazione Italia Night & Day è aperto agli artisti ed ha come obiettivo quello di incrementare la creatività locale attraverso il lavoro di rete con la condivisione di esperienze. Il progetto “Artisti in Mostra” mira inoltre a promuovere la partecipazione in progetti comuni per la mobilità di opere d’ arte e un reale scambio di esperienze. Questi presupposti si rivolgono ad artisti a pubblici diversi, comunità creative, associazioni e istituzioni educative. Nell’ ambito di “Artisti in Mostra” l’ Associazione Italia Night & Day intende selezionare artisti che lavorino nell’ area delle arti visive contemporanee – pittura, fotografia, scultura, ceramica, design, video – arte per la realizzazione della mostra itinerante. Le opere verranno esposte in una prima mostra, che si terrà negli spazi della sala Monteleone del Consiglio Regionale della Calabria, a partire da lunedì 11 luglio 2016 e, successivamente, in altre cinque mostre che coinvolgono la collaborazione delle Pro-Loco lungo il periodo di luglio, agosto e settembre 2016, a Bovalino, Siderno, Marina di Gioiosa Ionica, Cittanova e Scilla nella quale grazie allo spazio gestito nelle varie località il pubblico potrà ammirare le varie opere esposte.




Nel 2011 è finito al centro di un’operazione contro la criminalità organizzata come “una centrale del riciclaggio”.Ora quell’albergo, confiscato e dato in gestione controllata, è diventato, al contrario, un simbolo della valorizzazione del territorio, ha superato la diffidenza della gente locale ed è rinato, promuovendo il turismo e tornando all’antico splendore per i turisti che visitano la Calabria.E’ questa la particolarissima storia del Parco dei Principi, un hotel a 3 km da Roccella Jonica, in provincia di Reggio Calabria ma sul versante di Levante. Sessanta camere lussuose, piscina, parco lussureggiante: tutto confiscato nell’ambito dell’operazione ‘Cinque Stelle’ del febbraio 2011, che ha coinvolto una società a cui faceva capo facendolo finire in disgrazia. Ma a rimetterlo in corsa ci ha pensato un milanese, un ‘sciur Brambilla’ già direttore di famose catene alberghiere che invece della pensione ha accettato la difficile sfida propostagli dal tribunale di Reggio Calabria. Oggi l’hotel è al centro di numerose iniziative, ed è un punto di partenza per la riscoperta delle bellezze della regione, dalle spiagge bianche all’interno selvaggio, alla rivalutazione di cultura e tradizioni locali alla gastronomia tipica. Dal punto di vista artistico nei dintorni mete interessanti sono sicuramente il borgo antico di Riace, il cui sindaco Domenico Lucano ha vinto il Premio “World Mayor” per il progetto internazionale che ha inserito 150 immigrati; la villa del Naniglio a Gioiosa Ionica, del I Sec. a.C. E poi Locri, con il grande parco archeologico, il teatro greco-romano; e Monasterace, con il parco archeologico di Kaulion, l’ex colonia della Magna-Grecia.

La commissione di controllo per la rilevazione dei prezzi al consumo presieduta dall’assessore ai servizi demografici Giovanni Merante ha esaminato e validato i prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) presentata dall’ufficio statistica del Comune di Catanzaro per il mese di maggio 2016. L’indice complessivo della città è risultato pari a (99,7) con una variazione tendenziale del (-0,5) ed una variazione congiunturale del (0,2).L’analisi generale delle divisioni di spesa a livello congiunturale mostra aumenti per bevande alcoliche e tabacchi (+1,9%), trasporti (+0,9%), comunicazioni (+0,3%), servizi ricettivi e di ristorazione e altri beni e servizi (per entrambe +0,2%), abbigliamento, calzature e mobili, articoli e servizi per la casa (per entrambi +0,1%). In diminuzione l’indice per prodotti alimentari e bevande analcoliche e ricreazione, spettacoli e cultura (per entrambi -0,1%); invariato l’indice per abitazione, acqua, elettricità e combustibili, servizi sanitari e spese per la salute, istruzione .





Rispetto a maggio 2015 i tassi di crescita si registrano per bevande alcoliche e tabacchi (+1,6%),comunicazioni (+0,8%), altri beni e servizi (+0,5%), ricreazione, spettacoli, cultura, servizi sanitari e spese per la salute (per entrambi +0,4%), servizi ricettivi e di ristorazione (+0,3%), istruzione (+0,1%). In diminuzione l’indice per trasporti (-3,8%), abitazione, acqua elettricità e combustibili (-2,4%); rimane invariato l’indice per prodotti alimentari e bevande analcoliche, abbigliamento e calzature, mobili, articoli e servizi per la casa.I dati devono essere considerati provvisori in attesa della diffusione dei dati definitivi da parte dell’Istat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *