Cosenza news 24 del 11 ottobre l’informazione di Cosenza e provincia

 

ascolta il radiogiornale di oggi

notizie2     

 

Notizie

La Stroke-Unit dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, diretta dal dr. Alfredo Petrone, diventa punto di riferimento in Italia per il trattamento e la cura dell’Ictus. Arriva, infatti, il riconoscimento di qualità da parte di “ThatMorning”, una piattaforma creata con l’intenzione di orientare le scelte in materia di cure e terapie; un portale che fornisce una mappa dei migliori ospedali d’Italia, reparto per reparto, incrociando due tipi di dati differenti: valutazioni di tipo scientifico e impressioni e commenti raccolti tra i pazienti. “Le valutazioni – spiega una nota dell’azienda ospedaliera – tengono in considerazione parametri quantitativi quali, tra gli altri, volumi di attività, outcome clinici, curriculum dei medici e pubblicazioni scientifiche“. Petrone esprime soddisfazione per il riconoscimento alla Stroke Unit dell’ospedale di Cosenza e ringrazia “tutto il personale sanitario di supporto all’UOC di Neurologia senza il quale non sarebbe possibile ottenere tali importanti risultati”.

Il gruppo Pd del Consiglio Comunale di Cosenza ha impugnato la delibera del Piano strutturale comunale davanti al Tar di Catanzaro. “Abbiamo impugnato, come Gruppo consiliare del Pd, dinnanzi al Tar di Catanzaro la delibera di adozione del Psc di Cosenza n.29 del 29 giugno 2017. Un Delibera di Giunta che già nell’oggetto faceva riferimento a ‘una modifica delle tavole del Psc per una migliore lettura e fruibilita’ delle stesse’, quando invece di fatto cambiava e cambia gli indici di edificabilità territoriali di perequazione a pochi giorni dal consiglio comunale di Cosenza convocato per la adozione del piano strutturale comunale della città”. Lo ha detto il consigliere comunale Carlo Guccione nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato il capogruppo Damiano Covelli; le consigliere comunali Bianca Rende e Alessandra Mauro e l’avvocato Gabriella Marini-Serra, che ha formulato e presentato il ricorso per conto del gruppo consiliare del Pd. “Un colpo di mano fraudolento – ha aggiunto Guccione – da parte di Occhiuto perché nella delibera di Giunta in questione, con la scusa di rendere più leggibile il testo delle Tavole, si modificano gli indici edificatori che erano previsti nel Psc approvato dalla Giunta nella deliberazione n.55 del 18/04/2017 (avendo per oggetto ‘Piano strutturale comunale e regolamento edilizio urbanistico

Sabato 14 ottobre 2017, alle ore 17.00, presso la Galleria Nazionale di Cosenza, in occasione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione Musei di Arte Contemporanea d’Italia, si inaugurerà la mostra delle opere finaliste del progetto Polopositivo, finanziato dalla Direzione Generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane del MiBACT – Piano per l’arte contemporanea -, concorso rivolto a giovani artisti, di età compresa tra i 21 e i 40 anni, italiani e stranieri operanti in Italia, invitati a realizzare scatti fotografici o contributi video scaturiti dalla frequentazione, osservazione, fascinazione, lettura critica e interpretazione dei luoghi del Polo Museale della Calabria.
La selezione delle dieci opere finaliste e l’individuazione dei vincitori è stata affidata ad una giuria, designata dal direttore del Polo Museale della Calabria, Angela Acordon, composta, oltre che dalle curatrici del progetto, Melissa Acquesta e Gemma-Anaïs Principe, da storici dell’arte, docenti universitari, esperti del settore ed esponenti di realtà che interagiscono con le giovani generazioni di artisti: Giulio Archinà, fotografo; Maria Flora Giubilei, direttore dei Musei di Nervi; Leonardo Passarelli, docente di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università degli Studi della Calabria; Luigi Ratclif, segretario GAI – Circuito dei Giovani Artisti Italiani; Marilena Sirangelo, gallerista; Angela Tecce, direttore Fondazione Real Sito di Carditello; Massimiliano Tonelli, direttore responsabile Artribune.

Cosenza si veste di Oriente con Pierfranco Bruni parlando della “pietra d’Oriente” alla Biblioteca Nazionale. Quasi una visione in cui il segno dei simboli si legge nella figura di un talismano che ha profezia e provvidenza. Gesù, Giuda, Maria di Magdala, Pilato e Paolo nel cammino alla ricerca degli Oriente e degli Occidenti sono i protagonisti che si raccontano in “La pietra d’Oriente” (Pellegrini in Mondadoristore) di Pierfranco Bruni che verrà presentato, venerdì 13 ottobre alla Biblioteca Nazionale di Cosenza del Mibact Piazza Toscano, alle 18.

Giro di vite nei confronti di chi non conferisce correttamente i rifiuti ed in particolare la frazione “residuo”. Il Comune di Cosenza ha emanato un avviso, di concerto con Ecologia Oggi annunciando “rigidi controlli sulla raccolta differenziata”. L’avviso prevede, qualora i rifiuti non venissero conferiti in maniera corretta, l’apposizione di un’etichetta con la dicitura “risorsa non conforme”. Presso i condomini e le utenze, nella giornata di oggi, saranno affissi i volantini per incentivare la raccolta differenziata e ridurre la percentuale della frazione residua.

Si recide la carotide mentre lavora con una motosega un sedicenne, studente dell’Istituto tecnico commerciale e per geometri “Filangieri” di Trebisacce. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, in una pertinenza dell’abitazione del giovane, nella parte alta di Francavilla Marittima, pare che il giovane stesse usando una motosega, non si sa bene se per tagliare legna o altro, quando l’attrezzo, con ogni probabilità, gli sarebbe sfuggito di mano e, perdendone il controllo, gli avrebbe reciso la carotide.

 

È morto questa notte all’ospedale “Pugliese” di Catanzaro il Luogotenente della Guardia di Finanza Luigi Cavarretta che era stato investito lo scorso 21 settembre, mentre attraversava le strisce pedonali per raggiungere la Caserma Pirillo di Crotone, dove svolgeva servizio. Le condizioni del 49enne erano apparse subito gravi e il giorno stesso dell’investimento era stato trasferito a Catanzaro in elisoccorso. Le condizioni di Luigi Cavarretta, che era originario di Strongoli, si sono ulteriormente aggravate e questa notte, intorno alle 2:30, i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Sconforto e rabbia tra i suoi colleghi della Guardia di Finanza di Crotone che da tempo segnalano alle autorità competenti la pericolosità di quella strada che porta verso l’uscita nord di Crotone.

 

“Io sono un comunista”. Lo ha ripetuto fino all’ultimo respiro Saverio De Santis ai medici che lo curavano all’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone. Quello stesso ospedale che lui aveva diretto in passato ricoprendo la carica di presidente dell’Ussl 16 di Crotone. Saverio De Santis, che il prossimo 25 ottobre avrebbe compiuto 83 anni (era nato nel 1934), è morto questa notte nell’ospedale di Crotone dov’era ricoverato per alcune complicazioni del suo stato di salute. Saverio era stato un militante del Psiup (Partito socialista italiano di unità proletaria) e alla fusione aveva aderito al Partito comunista italiano, del quale è stato dirigente nella Federazione di Crotone. È stato sindaco della città dal 7 agosto 1978 al 10 aprile 1979, ed è stato anche assessore regionale all’Industria e artigianato. Il suo modo di essere lo ha sempre accompagnato anche nelle più piccole cose quotidiane, come quando portò a casa un piccolo randagio a cui diede il nome di Jean Valjean, il protagonista de I Miserabili. La salma di Saverio De Santis si trova nell’obitorio dell’ospedale di Crotone e domani mattina alle ore 10:00 nella chiesa di Sant’Antonio ci saranno la benedizione e l’orazione funebre. Al collo una cravatta rossa, in mano la Costituzione italiana: “Io sono un comunista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *