Cosenza News 24 del 9 ottobre l’informazione della tua provincia

Ascolta il GR

notizie2     

 

Notizie

Un detenuto, recluso nel circuito ad alta sicurezza della casa circondariale di Cosenza, ha aggredito un assistente capo della Polizia penitenziaria che ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale cittadino. E’ quanto rendono noto Giovanni Battista Durante e Damiano Bellucci, rispettivamente, segretario generale aggiunto e segretario nazionale del sindaco di polizia penitenziaria Sappe. “L’episodio – proseguono Durante e Bellucci – è avvenuto al rientro del detenuto in sezione dopo che era stato sottoposto ad una visita medica. Sembra, tra l’altro, che il soggetto, già in precedenza, fosse stato segnalato per comportamenti ‘scorretti’, ma nessuna iniziativa era stata assunta dall’Amministrazione penitenziaria. Nella casa circondariale di Cosenza, al 30 settembre scorso, erano ristretti 243 detenuti rispetto ai 218 posti regolamentari e la mancanza di personale determina l’impiego di una sola unità per coprire più posti di servizio”.

Un uomo, Umberto Carrieri, 55 anni è morto nel primo pomeriggio di oggi in un incidente stradale avvenuto sulla strada statale 107, l’arteria che collega Cosenza con la Sila. All’altezza di Spezzano Sila, l’uomo, che viaggiava alla guida della sua Fiat Punto in direzione Cosenza, è sbandato finendo contro un guardrail. L’impatto è stato letale e non ha coinvolto altri veicoli. Sul posto gli agenti della Polizia Stradale e personale del 118 che hanno estratto l’uomo dalle lamiere.

A Cosenza il comitato Prendocasa ha occupato l’Ex Hotel Jolly, in centro città. Un’azione con la quale compagne e compagni vogliono denunciare le avvisaglie di sgombero che pendono su oltre 100 persone, quelle che hanno trovato un tetto sopra la testa nelle occupazioni abitative dell’ex Hotel Centrale e lo stabile di Via Savoia. Il prefetto Galeone, su spinta della Procura di Cosenza e del Ministero dell’Interno, ha infatti ordinato senza remore gli sgomberi. La scelta dell’Hotel Jolly non è casuale: l’ex struttura alberghiera, infatti, è simbolo degli accordi sulla città tra Comune (a guida Forza Italia) e Regione (a guida Pd). L’edificio, nei piani dell’Amministrazione sul territorio, dovrebbe essere demolito tra pochi giorni. “Comune e Regione trovano accordi su tutto, dalla nuova metro all’ovovia al parco del benessere, ma nessuna risposta strutturale all’emergenza abitativa che attanaglia il nostro territorio”, scrive Prendocasa Cosenza sui social network.

Si è tenuto presso l’aula Caldora dell’Università della Calabria il convegno “Smart city and no soil sealing – Energia e Suolo – le città verso uno sviluppo sostenibile” organizzato dalle Commissioni “Urbanistica e Territorio” e “Rapporti con l’Università” dell’Ordine degli Ingegneri di Cosenza insieme alla Fondazione Mediterranea per l’Ingegneria.

Dopo i saluti istituzionali del rettore dell’Unical, Gino Mirocle Crisci che ha parlato «dell’importanza di far comprendere il valore reale del suolo in quanto bene difficilmente riciclabile» e del presidente dell’Ordine degli Architetti di Cosenza, Pasquale Costabile, è stato il prof.Ennio Ferrari dell’Unical ad introdurre la tematica delle aree fluviali nello sviluppo del territorio, tra valorizzazione ambientale e pressione antropica, soffermandosi sulle fiumare della provincia di Reggio Calabria che rappresentano nodi cardine in tema di difesa del suolo

Nell’ambito della X Giornata della Legalità, mercoledì 17 ottobre 2018, alle ore 9.00, a Crotone, presso il Teatro Apollo, si terrà l’iniziativa : “Buon compleanno Dodò Gabriele”, per ricordare tutte le vittime innocente delle mafie, insieme ai famigliari ed agli alunni di alcune scuole di Crotone e della Calabria.

Una giornata intensa e carica di emozioni, che vedrà protagonisti gli alunni di diverse scuole calabresi.

Nel corso della manifestazione attraverso video, poesie e disegni realizzati dagli alunni si affronterà il tema della memoria e verranno ricordate le 108 giovani vite spezzate dalla mano mafiosa.

Una data che non è stata scelta a caso, il 17 ottobre 2018 Domenico Gabriele, vittima innocente , avrebbe compiuto 20 anni.

Alla manifestazione parteciperanno il Prefetto di Crotone, Cosima di Stani, il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, il  Procuratore della Repubblica di Lamezia Terme Salvatore Curcio, il dottor Vincenzo Panico, l’on. Angela Napoli,  l’orafo Michele Affidato Matteo Luzza, Pietro Canoninco, Pinuccio Fazio parenti di giovani vittime di mafia.

Due giovani di 26 e 24 anni sono stati arrestati dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Crotone perché ritenuti responsabili dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

C.A. e C.F. 24enne, entrambi di Crotone, mentre percorrevano via Borsellino a bordo di un’autovettura, alla vista dei militari che gli si erano avvicinati intimandogli l’alt, hanno dato inizio ad una fuga terminata poco dopo con il blocco del veicolo ad opera dei militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *