Cosenza News 24 l’informazione del mattino del 1 ottobre

Ascolta il Radiogiornale

notizie2     

 

Notizie

Due giorni di approfondimento e studio nel corso della XXII Convention dei Conservatori del registro imprese italiano che si è conclusa ieri nella sede della Camera di Commercio di Cosenza. Secondo il presidente della Camera di commercio di Cosenza, Klaus Algieri,  “il registro imprese è la sentinella del territorio, cuore dell’economia locale.  Trasforma la fotografia del territorio in big data. Il registro imprese fornisce elementi utili anche per un’analisi di programmazione di politica economica. Sono oltre 23 milioni le pratiche del Registro imprese considerate a livello nazionale dal 2014 al 2018. Ma senza una matrice territoriale l’informazione estraibile attraverso l’algoritmo sarebbe incompleta.  Il registro imprese è, altresì, uno strumento importantissimo nella lotta agli illeciti societari e alla criminalità organizzata”.

Di BoCs Art abbiamo parlato fino allo sfinimento: per le polemiche, per la ballata delle nomine che ha visto l’uscita del critico e curatore Alberto Dambruoso dal progetto, la proposta di mettere il tutto nelle mani di Vittorio Sgarbi, naufragata a fuor di popolo, infine la nomina di Giacinto Di Pietrantonio a direttore artistico. BoCs Art è un progetto di rigenerazione urbana fortemente voluto da Mario Occhiuto, Sindaco di Cosenza, ed è parte di quel fenomeno raccontato lungamente da Artribune, che vede la Calabria una regione sempre più attiva nel contemporaneo. Inoltre, rappresenta un’idea originale nell’ambito del settore “residenze” perché non esiste in nessuna parte del mondo un “villaggio” così articolato.  Infatti, la presenza di più artisti e curatori invitati ad ogni residenza, provenienti da tutto il mondo, fa di questo progetto un luogo di creatività globale che si rapporta a vari livelli con la città e il territorio circostante. Nel frattempo, chetate le discussioni della scorsa primavera, è partita la terza edizione delle residenze con il ciclo La città del sole, in riferimento all’utopia del grande calabrese Tommaso Campanella interessato alle teorie del filosofo cosentino Bernardino Telesio. Il progetto vede Giacinto Di Pietrantonio, affiancato nella curatela da Giovanni Viceconte. Proprio quest’ultimo ha raccontato ad Artribune cosa è successo a settembre.

IL TEMPO A COSENZA. Oggi al mattino è previsto sole con pochissime nuvole. La temperatura minima per Cosenza sarà di 11°C. Durante il pomeriggio ci saranno pochissime nuvole, la temperatura massima di 25°C. La sera sono previste nubi con poche piogge con temperatura di 18°C. Nella giornata è prevista brezza leggera, l’umidità del 65%, l’indice UV di valore 7, intensità elevata. Alba prevista per le ore 06:50 e tramonto per le ore 18:38. Nella notte luna gibbosa calante.

Alcuni feti che erano conservati, alcuni dei quali anche da anni, nel reparto di Anatomia patologica dell’ospedale di Rossano, sono stati raccolti in un’unica bara bianca e sepolti nel cimitero del centro dell’alto Jonio cosentino. L’iniziativa é il frutto della sinergia tra il cappellano dell’ospedale, don Antonio Martello, responsabile della Pastorale diocesana della salute, e il direttore di Anatomia patologica, Francesco Pontieri.

«È preoccupante avere a che fare con una scuola che invece di “educare” impone agli studenti i canoni della dittatura del pensiero unico». È indignato Giancarlo Cerrelli, avvocato, segretario della Lega-Salvini Premier di Crotone, che, in un comunicato, segnala l’assegnazione agli studenti del quinto anno del liceo scientifico “Filolao” di Crotone, da parte di una docente di lettere, di un tema «ideologicamente orientato che, prendendo a pretesto le leggi razziali del 1938, si è spinto fino a voler creare un presunto e infondato parallelismo con il decreto legge del governo recante: “Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione”». «Riteniamo gravissimo – sostiene Cerrelli – che gli studenti debbano subire questo evidente indottrinamento ideologico che ha lo scopo di portarli, secondo il metodo caro alla sinistra, a ragionare secondo gli schemi del politicamente corretto».

La Sagas è stata definitivamente chiusa perché non aveva più motivo di esistere”. Lo ha annunciato il sindaco Ugo Pugliese nel corso della discussione sul primo punto all’ordine del giorno della seduta del Consiglio comunale di venerdì 28 settembre a proposito del bilancio consolidato dell’esercizio finanziario 2017. La società, partecipata dai comuni di Crotone e di Isola Capo Rizzuto e dalla Regione, nata per aggiudicarsi la gestione dell’aeroporto Sant’Anna, è stata dismessa con atto notarile tre giorni fa, dopo che la proposta di una società di sub gestione degli spazi a terra del Sant’Anna non era andata in porto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *