Cosenza News 24 Radiogiornale del 4 ottobre

Ascolta le news

notizie2     

 

Notizie

L’Associazione Nazionale Docenti esprime preoccupazione e sconcerto per la situazione di stallo in cui, ancora oggi 2 ottobre 2018, versano le operazioni di mobilità annuale (utilizzazioni e assegnazioni provvisorie) del personale docente della scuola secondaria di secondo grado per la provincia di Cosenza e i cui effetti si proiettano anche in altre province.

Condivisione, solidarietà e tradizione sono state le parole chiave che hanno caratterizzato la Gran Festa del Pane ad Altomonte appena conclusa dopo che piazza Campanella, il Chiostro dei Domenicani e il Centro storico hanno accolto tanti visitatori, turisti, assaggiatori e semplici curiosi accorsi fra sabato 29 e domenica 30 settembre.

“Il Pane dell’Umanità” è stato il tema che ha caratterizzato l’edizione di quest’anno, voluta fortemente dal commissario straordinario al Comune di Altomonte, il viceprefetto Eufemia Tarsia e dal direttore artistico Antonio Blandi e che ha visto la partecipazione dell’imprenditore del gusto e del turismo Enzo Barbieri. Il binomio Blandi-Barbieri ha deciso di caratterizzare fortemente questo evento con il progetto di far nascere un “forno solidale” fra le vie di Altomonte

Nelle prossime settimane sarà convocata a Palazzo dei Bruzi una seduta congiunta delle Commissioni consiliari controllo e garanzia e sanità alla quale saranno invitati a partecipare i Direttori generali dell’Azienda Ospedaliera, Achille Gentile, e dell’Azienda sanitaria provinciale, Raffaele Mauro. La richiesta è stata formalizzata al Direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Gentile, nel corso di un incontro svoltosi questa mattina nei locali della sede della stessa azienda e che era stato richiesto dal Presidente della commissione consiliare controllo e garanzia e dal delegato del Sindaco Occhiuto alla salute, Massimo Bozzo. L’incontro con il direttore generale Gentile è stato sollecitato per rappresentare la necessità di riprendere il dibattito sulla situazione di emergenza dell’Ospedale dell’Annunziata, con particolare riferimento al Pronto soccorso, anche alla luce di quelle che tanto Cipparrone quanto Bozzo considerano delle “vere e proprie strumentalizzazioni” di alcuni casi verificatisi all’interno del presidio ospedaliero cittadino. Un dibattito di cui sarà poi investito l’intero Consiglio comunale. Nel riporre fiducia totale nell’operato del management dell’Azienda Ospedaliera, Cipparrone e Bozzo hanno evidenziato la necessità di riprendere quel dialogo proficuo tra le commissioni consiliari competenti e i manager di Azienda Ospedaliera e ASP, atteso il perdurare della situazione di emergenza che investe l’Annunziata ed il suo pronto soccorso. Nel corso dell’incontro è stato, inoltre, ritenuto ineludibile istituire un raccordo produttivo tra Azienda Ospedaliera e il territorio, sulla scorta del fatto che il nosocomio dell’Annunziata assorbe utenza non solo dalla città, ma anche dalla provincia e dalla regione.

La società civile di Cosenza sarà oggi in piazza XI Settembre alle 18:00 di fronte la Prefettura per lanciare un messaggio di solidarietà nei confronti del sindaco di Riace arrestato questa mattina. “In una terra come la Calabria – scrivono in una nota congiunta il centro sociale Rialzo e il comitato Prendocasa Cosenza – governata e avvelenata da decenni dalla politica in simbiosi con la ‘ndrangheta, in cui la disoccupazione e l’emigrazione aumentano giorno dopo giorno, la magistratura decide di colpire Mimmo Lucano e l’esperienza di Riace, dopo che a farlo sono stati il governo attuale e quello precedente. Il reato che viene contestato è il “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”, non c’è limite al ridicolo. Noi continuiamo a credere che il modello di accoglienza italiano, in ogni sua forma, sia fallimentare e quindi che non possa esistere alcuna esperienza virtuosa ma l’arresto di Mimmo Lucano è una azione politica ignobile e infame, figlia del clima di guerra ai poveri e agli ultimi instaurato dal governo di Marco Minniti e alimentato ora da quello di Matteo Salvini. Noi che lottiamo ogni giorno per il diritto alla casa, contro le inutili grandi opere e per la dignità nei nostri quartieri, sappiamo bene cosa vuol dire essere delegittimati e attaccati dalle istituzioni attraverso l’apparato repressivo dello stato. Ciò che oggi è accaduto a Mimmo Lucano tra qualche settimana succederà a Cosenza, le occupazioni abitative verranno sgomberate e centinaia di persone verranno messe in strada su ordine della Procura della Repubblica e del Ministero dell’Interno. E’ giunto il tempo di trasformare la solidarietà virtuale e ad intermittenza in azione politica costante e determinata che sappia contrastare l’ondata securitaria. Ci vediamo a Riace e davanti alle occupazioni a Cosenza”. Il presidio è un’anticipazione di quella che sarà la manifestazione indetta per il 6 ottobre a Riace dalle 15:00 alle 21:00 dal collettivo Riace patrimonio dell’umanità in segno di vicinanza a Mimmo Lucano definito “un uomo onesto per difendere un modello che sfida la deriva razzista e fascista del presente”. 

Mercoledì 14 novembre, ore 20.30, si alza il sipario sulla “Rassegna L’AltroTeatro” sul palco dello storico Teatro A. Rendano. Finanziato dalla Regione Calabria, quale evento storicizzato- sull’avviso pubblico per la selezione e finanziamento di interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali, la qualificazione e il rafforzamento dell’offerta culturale- vede, inotre, il supporto dell’Amministrazione comunale di Cosenza. Organizzato dalla società “L’AltroTeatro” guidata dal gruppo di operatori del mondo dello spettacolo locale: Enzo Noce, Giuseppe Citrigno e Gianluigi Fabiano. Sul palco del Teatro A. Rendano 19 appuntamenti all’insegna della grande drammaturgia senza dimenticare, però, il divertimento e il puro spettacolo. Prosa, dai grandi classici agli autori contemporanei e poi, commedie e musical, questi gli ingredienti del cartellone ideato da “L’AltroTeatro”.

Le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, della mobilità, dell’efficienza energetica, dell’ambiente, con particolare riferimento al suolo, possono aiutare a migliorare la qualità della vita e soddisfare maggiormente le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni. Il concetto di Smart City oggi, però non si coniuga perfettamente con la visione urbanistica che negli anni precedenti era stata adottata e la nuova visione di città e di territorio deve, oggi ripartire dalla visione strategica che necessita di una fase di analisi fortemente dedicata alla valutazione dell’esistente e del futuribile.

Non c’era stata alcuna richiesta estorsiva, avevano simulato atti intimidatori per avere il risarcimento dall’assicurazione. Per questo la Polizia di Stato ha denunciato sette persone responsabili di incendio doloso per aver dato fuoco ai locali di cui erano proprietari o gestori.

Il bacino portuale davanti spiaggia delle forche è finalmente sgombro delle carcasse delle imbarcazioni abbandonate dopo gli sbarchi. L’attività congiunta di Capitaneria di Porto, Procura della repubblica ed Agenzia delle dogane ha permesso in meno di un anno di ripulire dalle imbarcazioni semi-affondate in quel tratto di mare nel porto di Crotone che era un triste biglietto da visita per i crocieristi che approdavano in città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *