Cosenza News 24 RG del 19 gennaio

RG

notizie2     

 

Notizie

Un pianista che suona sospeso nel vuoto e una serie di spettacolari apparizioni ‘aeree’ per celebrare la leggerezza e la fantasia: promette di lasciare tutti a bocca aperta l’inaugurazione del nuovo ponte di Santiago Calatrava a Cosenza in programma il 26 gennaio alla presenza dell’archistar spagnola. Curata dallo studio di Valerio Festi, la celebrazione a cielo aperto sarà un tripudio di musica e luci, ma soprattutto un momento di condivisione con tutta la cittadinanza di un progetto che dopo tanta attesa finalmente diventa realtà. Finanziato con 13 milioni e mezzo di euro (che arrivano a 20 milioni con le opere accessorie), il bianco ponte realizzato dall’impresa Cimolai ha impegnato dal 2011 l’amministrazione comunale. “Il ponte è un segno di vittoria, che dimostra che anche in Italia si possono fare le opere pubbliche”, afferma il sindaco Mario Occhiuto. Ora con i suoi 130 metri di ampiezza e l’imponente torre di 104 metri l’opera diviene il simbolo del processo di rigenerazione della città”.

C’è preoccupazione a Cosenza per i cinque casi di autolesionismo che si sono verificati in una scuola media del cosentino, quattro all’interno della stessa classe.
Come ricostruito dalle autorità sanitaria si tratta di ragazzini tra i 12 e i 14 anni che hanno praticato il «cutting», nuova frontiera dell’autolesionismo giovanile, usando lamette, vetri, lattine per prodursi ferite su braccia e gambe e poi postare la foto sui social o inviarle sui telefonini dei compagni.

Operazione di polizia nelle occupazioni abitative di Cosenza: identificazioni e controlli all’Hotel Centrale e nell’occupazione abitativa di Via Savoia. Sospetta la tempistica, denuncia il comitato Prendocasa, che proprio stamattina aveva annunciato una conferenza stampa davanti al Ponte di Calatrava, un’opera completamente inutile che si staglia nel centro storico cosentino e realizzata, denunciano compagni e attivisti, utilizzando i fondi ex Gescal, quelli cioè che sarebbero dovuti servire proprio per costruire case popolari. Una denuncia a cui si è accodato pure l’ex proprietario dell’Hotel Centrale Occupato, l’imprenditore locale Ercole Barile, che ha assistito alla conferenza stampa, tenutasi regolarmente.

Dovrà restituire oltre 5,2 milioni di euro all’Asp di Cosenza. È l’esito della sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro che ha rigettato la richiesta presentata dal management della società “Centri assistenziali Mons. Oliveti” di Cotronei contro la decisione presa dal Tribunale di Cosenza nel 2016. A rendere nota la sentenza di Appello dello scorso 8 gennaio, la direzione generale dell’Azienda sanitaria provinciale cosentina che sottolinea come la società è stata condannata a restituire la somma di euro 5.276.183,74. «La difesa dell’Ente in Appello – previsa la nota – è stata affidata all’avvocato Giampaolo Raia».

l maltempo non vuole cessare e non da tregua alla provincia di Cosenza. Vigili del fuoco all’opera già dalle prime ore della mattina continuano a viaggiare lungo tutto il territorio provinciale a tamponare e risanare i danneggiamenti. La furia del vento non ha risparmiato in particolare le cittadine di Castrovillari, Rossano, Corigliano Calabro, San giovanni in Fiore, Altomonte e maltempo2l’hinterland cosentino. In particolare ad Altomonte è stata evacuata una scuola elementare nella tarda mattinata, durante il normale orario di lezione con all’interno la presenza di 150 bambini.Il tetto scoperchiato e i calcinacci che si staccavano di continuo precipitando al suolo hanno bloccato gli scolari per parecchie ore fino all’arrivo delle squadre dei vigili del fuoco impegnati su tutto il territorio. A vigilare sulla scuola e sui bambini e a dare sostegno fino all’arrivo dei soccorsi i militari dell’Arma della locale stazione ricadenti nella compagnia di Castrovillari diretta dal capitano Giovanni Caruso.

Nel pomeriggio odierno la provincia di Crotone è stata colpita da forti raffiche di vento assimilabili a tromba d’aria. Il Prefetto di Crotone stà monitorando lo sviluppo degli eventi e ha convocato d’urgenza l’unità di crisi presso la Prefettura. Si sono registrati ingenti danni, in particolare, nei paesi di Belvedere Spinello, Mesoraca, Scandale, Savelli e nel capoluogo. Nel comune di Mesoraca si sono registrati un ferito grave e una persona è invece deceduta, quest’ultima si era arrampicata sul tetto della propria abitazione per verificarne le condizioni.

BOLLETTINO DELLA NEVE
Altopiano della Sila 40-60
Camigliatello Silano 40-60
Gambarie 0-30
Monte Scuro 0-30
Lorica 0-30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *