I funghi della Sila

I funghi della Sila

 

In Sila e Presila la raccolta dei funghi coincide di norma col periodo settembre-novembre, ma se l’andamento stagionale decorre favorevolmente (sufficienti quantità di pioggia), è facile assicurarsi eccellenti raccolte di porcini e di altre prelibate specie, anche nel periodo primaverile-estivo.

Nei boschi silani si trova il porcino (Boletus edulis, B. aereus, B. reticulatus, B. pinophilus), ilrosito (Lactarius deliciosus), il gallinaccio (Cantharellus cibarius), l’ovolo (Amanita casearia), ilprataiolo (Psalliota campestris) e tante altre specie di non trascurabile valore commerciale.

Per la raccolta dei funghi è buona regola raccogliere solo i sicuri, senza smuovere eccessivamente la cotica erbosa e di lasciare al loro posto quelli che non si riconoscono con certezza. I funghi raccolti vanno riposti in contenitori che ne permettano una buona areazione (ottimo un cesto), per evitare che si deteriorino e per favorire il disperdersi delle spore sul terreno.

Si consiglia inoltre di munirsi di un bastone, per spostare il fogliame, per reggersi meglio quando si affrontano zone impervie e per evitare di esplorare con le mani i cespugli, ove la vipera può

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *