IL PARCO NAZIONALE DELLA SILA ADERISCE A “MI ILLUMINO DI MENO”

Lorica 6 Marzo 2020. Il Parco Nazionale della Sila aderisce a “Mi illumino di meno”, iniziativa lanciata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio 2 per la prima volta nel 2005, dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili.
La proposta quest’anno è stata patrocinata dal Ministero dell’ambiente e dalla Camera dei deputati.
L’ente Parco, raccogliendo l’invito del Ministro dell’Ambiente ha esteso questo appuntamento a tutti i comuni del territorio della Sila.
L’appello di questa ultima edizione da parte di “Caterpillar” è “Spegniamo la luce e piantiamo un albero”, infatti l’edizione 2020 è mirata all’ aumento di alberi, piante, e fiori per ridurre le emissioni di CO2.
L’ente Parco ha organizzato la giornata in collaborazione con il Credito Cooperativo Mediocrati e l’ACI – Automobile Club Italiano di Cosenza. Ad accogliere i presenti, il presidente dell’Ente Francesco Curcio e il direttore f.f. Domenico Cerminara che hanno ricevuto nella sede amministrativa il consigliere d’amministrazione della BCC Mediocrati Franca Migliarese, il Direttore della Filiale BCC di San Giovanni In Fiore, Bruno Achille, alcuni dei giovani soci della Bcc Mediocrati, il presidente dell’automobile club Cosenza Ernesto Ferraro e un rappresentante del reparto Carabinieri Biodiversità Cosenza.
L’albero è stato posizionato davanti la sede amministrativa dell’ente parco, come simbolo di speranza. Un simbolo che significa vita, crescita e comunità. “Un gesto che sarà seguito sicuramente da altre iniziative” – ci tiene a sottolineare il presidente dell’Ente Parco, Francesco Curcio – “per arricchire un territorio ed un paesaggio naturalistico che gli altri paesi ci invidiano con la messa a dimora di altri fiori e piante”. Questo, infatti, è solo l’inizio di vari progetti di piantumazione in accordo che si attueranno in accordo con Enti e Associazioni.
Iniziative come queste servono ad accendere i riflettori su argomenti delicati come la sostenibilità ambientale, ma l’attenzione a queste azioni e tematiche deve essere quotidiana, come il lavoro che da anni svolge l’ente parco per il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *