Il Parco Nazionale della Sila esprime la sua vicinanza al Comandante della Stazione Carabinieri Parco di Cotronei

 

Lorica, 01 febbraio 2017– Il Commissario Straordinario del Parco Nazionale della Sila, la professoressa Sonia Ferrari; il Direttore f.f., il dott. Giuseppe Luzzi; e tutto l’Ente condannano fermamente i fatti successi negli scorsi giorni a Cotronei, dove ignoti malfattori hanno nottetempo reciso più di venti esemplari di pino laricio mediante l’utilizzo di motoseghe, lungo un tratto della Strada Provinciale 51, in Località Pugnale-Difisella del Comune di Cotronei.

Gli ignoti criminali hanno imbrattato con vernice rossa l’asfalto, alcuni muretti delimitanti la statale suddetta ed alcuni tronchi recisi e caduti trasversalmente alla carreggiata lasciando indelebili messaggi pesantemente intimidatori indirizzati al Comandante della locale Stazione Carabinieri Parco, il Brigadiere Salvatore Salerno.

Al Brigadiere Salerno giungano il sostegno incondizionato e la vicinanza dell’Ente Parco Nazionale della Sila per il gravissimo atto criminale subito: episodi del genere devono generare il forte sdegno delle comunità locali e delle istituzioni tutte, che hanno il dovere di manifestare piena condanna verso tali efferati gesti e porre ai margini della società civile tale stregua di criminali, che per puri e beceri interessi economici intendono distruggere l’inestimabile patrimonio paesaggistico e biologico rappresentato dai boschi silani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *