La risposta di Impegno Comune con Pietro Spizzirri

IL PARTITO “ANTIDEMOCRATICO” DELLE BUGIE.

È sgradevole ed ingiustificabile l’atteggiamento del gruppo consiliare e del circolo PD di Spezzano della Sila e Camigliatello che prova a difendere, con artifici e raggiri, l’indifendibile maggioranza di governo del nostro Comune.

Al di là di ciò che viene raccontato, a 9 mesi dall’insediamento, nulla di quanto promesso ed annunciato in campagna elettorale è stato ancora realizzato (basti vedere il faraonico programma declamato). Il tutto nella totale inesperienza ed incapacità politica ed amministrativa dell’intera compagine di governo.

Continuiamo ad assistere a falsi proclami di cambiamento, mentre la nostra comunità arretra… Altro che indietro non si torna! Qui si va ancora più indietro!

Nessun progetto di sviluppo risulta messo in cantiere.
Aumenta vertiginosamente il numero degli immigrati presenti a Camigliatello (sarebbe utile approfondire se, per caso, tra il personale assunto dalle associazioni che gestiscono l’accoglienza ci siano parenti e/o persone legate in qualche modo ai nostri amministratori). L’abusivismo commerciale continua a dilagare nell’indifferenza di tutti. La raccolta differenziata non funziona come dovrebbe. I lavori del Convento e del cinema teatro sono bloccati da mesi. La filiale della Banca Carime di Camigliatello, dopo quella di Spezzano, ha chiuso i battenti. Nessun intervento previsto per la valorizzazione degli immobili comunali da qui ad un anno ed, a conti fatti, siamo già a metà legislatura (per fare un esempio, Il Pop di Camigliatello e lo Stadio Comunale di Spezzano potranno rimanere tranquillamente in disuso ed abbandonati). La manutenzione delle strade è ancora assai carente, specie durante il periodo invernale: in occasione delle recenti nevicate, non abbiamo assistito ad interventi immediati ed adeguati per lo sgombero della neve, ma, anzi, ad enormi disagi alla circolazione ed alla mobilità delle numerose persone rimaste bloccate in casa. E questi sono solo alcuni degli esempi che potremmo citare….

Questo è il vero bilancio del primo anno di governo della nuova giunta comunale!!!

Per quanto riguarda, invece, l’ormai nota questione del bilancio di previsione, il cui iter di approvazione è stato costellato da scorrettezze ed irregolarità già denunciate sia ai colleghi consiglieri che all’opinione pubblica, mi preme ricordare che, nella fase di discussione, all’interno della cartella del consiglio comunale, era presente solo ed esclusivamente un documento di bilancio più dettagliato diverso, anche per alcune somme, da quello consegnato e messo a disposizione dei consiglieri di minoranza in occasione delle riunioni della commissione bilancio e nel corso dei 5 giorni antecedenti alla seduta del consiglio comunale. Spero, così, vivamente, di non dover constatare che, con la pubblicazione della delibera di approvazione, venga allegato un documento diverso da quello presente agli atti durante la seduta.

Più volte ma invano, in occasione delle riunioni della commissione bilancio e prima del consiglio, unitamente al collega consigliere De Marco, il nostro gruppo ha espresso formale richiesta di ottenere copia del documento di bilancio più dettagliato, richiesta che veniva puntualmente disattesa, salvo poi ritrovare il medesimo documento, mai consegnatoci, nella cartella del consiglio solo al momento dell’approvazione.

Mi meraviglia che, oggi, qualcuno sia in grado di intendere la differenza tra bilancio di previsione e piano esecutivo di gestione, considerato che, al momento del voto, molti dei consiglieri della maggioranza stentavano a capire cosa stessero approvando … Ed hanno anche il coraggio di definire dilettante ed approssimativa la minoranza….

Una minoranza che, per quanto riguarda la mia azione, sin dal primo giorno, si è mostrata critica ma anche propositiva e collaborativa. Ma i consigli e le proposte che vengono dalla minoranza non sono mai ben accolte dalla presunzione e dall’arroganza di chi, al solo ed unico scopo di celare le proprie debolezze ed incapacità, persevera pur sapendo di commettere degli errori, il tutto a discapito della ignara cittadinanza.

Basti vedere gli emendamenti da me presentati all’ultimo consiglio comunale sulla riduzione delle tasse, tutti ed immotivatamente respinti dalla maggioranza… Ed allora, va tutto bene se si approva, sbagliando, un’aliquota illegittima oltre le soglie di legge – come nel caso della Tasi – con la conseguenza che ovviamente nessuno del PD ne parla, ma i cittadini devono, anche se ingiustamente, pagare. Se, poi, qualcuno decide di onerarsi dell’impegno di informare la cittadinanza affiggendo comunicati esplicativi dell’accaduto, viene subito contrastato dal partito “antidemocratico”, i cui autorevoli esponenti sono sempre pronti a far strappare i manifesti per imbavagliare la verità!

Ma come si sa, la verità, prima o poi, trionfa sempre!

Appena saranno pubblicate le delibere consiliari illegittime ne chiederò l’annullamento presso la magistratura competente, richiedendo, inoltre, alla Corte dei Conti l’accertamento delle responsabilità, con addebito dei danni, di coloro che, con dolo o colpa grave, ne hanno favorito l’approvazione.

Non escludo, inoltre, la presentazione di esposto alla Procura della Repubblica per valutare, vista la gravità dell’accaduto, l’eventuale sussistenza di illeciti penalmente rilevanti e perseguibili d’ufficio.

Per concludere, voglio solo ricordare a chi, oggi, parla di innaturali alleanze – nel mentre le pratica – che, insieme al mio gruppo, durante la composizione delle liste, abbiamo rifiutato inviti di accordi e inciuci provenienti proprio dal PD, con promesse di vario tipo e che abbiamo condotto una campagna elettorale onesta e dignitosa, senza ricatti, promesse e regalie varie a nessuno.

Vi inviterei a riflettere attentamente prima di esprimere giudizi e valutazioni sull’operato politico del nostro gruppo!

Siamo e saremo sempre liberi di svolgere il nostro compito nel solo ed unico interesse della nostra comunità.

Spezzano della Sila, 10 aprile 2017.

Il consigliere comunale del
gruppo “Impegno Comune”
Avv. Attilio Pietro Spizzirri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *