Notizie accadute in Calabria oggi 6 settembre

DEPURATORE FUORI USO
Il depuratore del Corace, a Catanzaro, é andato totalmente fuori uso a causa di un furto di cavi elettrici avvenuto la scorsa notte.
A darne notizia, con un comunicato diramato dall’ufficio stampa del Comune, é l’Ufficio igiene ambientale dell’ente.
Nella nota l’Ufficio “raccomanda di evitare la balneazione lungo il litorale jonico catanzarese a causa dello sversamento in mare dei liquami”.
La zona di mare più importante interessata dalla raccomandazione ad evitare di fare il bagno é quella di Catanzaro Lido, frequentata nel periodo estivo da migliaia di persone.

BENI CONFISCATI, GUARDIA DI FINANZA IN AZIONE
Beni per oltre un milione e mezzo sono stati confiscati dalla Guardia di finanza due persone condannate per usura con sentenza definitiva della Corte di Cassazione.
La decisione fa seguito all’operazione “Lex genucia” del 2012 condotta dal gruppo della Guardia di finanza di Lamezia Terme, coordinata dalla Procura della Repubblica, che portò all’arresto di dieci persone accusate di avere vessato con prestiti usurari diversi imprenditori della zona che versavano in difficoltà finanziarie.
I beni confiscati, già sottoposti a sequestro, sono due ville, una delle quali ubicata in un residence sulla costa tirrenica e l’altra nel quartiere Sambiase e un appartamento nel centro di Lamezia Terme riconducibili ad Adriano Sesto e quote societarie di un’azienda operante nel settore dei trasporti e denaro per oltre 100 mila euro su un conto corrente, un Suv e un motociclo riconducibili a Ferdinando Greco.

SPACCIO E COLTIVAZIONE DI DROGA
Un piantagione di marijuana con 400 fusti dell’altezza compresa tra due e tre metri è stata scoperta a Cittanova dai carabinieri che hanno arrestato Biagio Versaci, di 42 anni e Salvatore Curinga (38), entrambi già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti.
I militari della Compagnia di Taurianova e quelli dello Squadrone eliportato Cacciatori già da alcuni giorni avevano concentrato le attenzioni su una contrada del comune della Piana attivando dei servizi di controllo e di osservazione. In una di queste circostanze, infatti, sono stati sorpresi Versaci e Curinga mentre accudivano la piantagione disposta in filari e servita da un sistema di irrigazione. Le piante erano state messe a dimora su un terreno di proprietà comunale originariamente destinato ad ospitare il nuovo campo sportivo.
Gli arbusti sono stati estirpati, campionati e distrutti sul posto.

Ascolta il radio giornale della calabria delle 14:00

notizie1     

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *