Notizie della Calabria del 11 aprile – IN VIAGGIO CON LA DROGA

Ascolta il radiogiornale della Calabria

notizie1     

165 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO
Celebrata in Calabria la Festa della Polizia in occasione del 165/mo anniversario della fondazione.
Le manifestazioni a carattere provinciale si sono svolte in mattinata, alla presenza di autorità civili, militari e religiose a Cosenza, Crotone, Vibo e a Lamezia Terme. In serata analoga celebrazione si terrà a Reggio Calabria. Sicurezza e legalità sono stati i leitmotiv della ricorrenza.
A Cosenza il questore Luigi Liguori ha parlato di “pressione criminale” ma anche di “efficace azione di contrasto”, mentre a Crotone Claudio Sanfilippo ha evidenziato la “grande sete di legalità soprattutto da parte dei giovani”. Il questore di Catanzaro, Amalia Di Ruocco, intervenendo alla celebrazione a Lamezia Terme, ha detto che si è in presenza di “un’intimidazione al giorno”. Il questore di Vibo Valentia, Filippo Bonfiglio, ha sottolineato il dato relativo all’accoglienza dei cinquemila richiedenti asilo in occasione dei 12 sbarchi avvenuti nell’ultimo nel porto della città.

CONFISCA DI BENI ALLA ‘NDRANGHETA
La Guardia di finanza di Reggio Calabria, insieme allo Scico e sotto le direttive della Dda, ha eseguito un provvedimento di confisca di beni per un valore complessivo di 84 milioni di euro nei confronti di 11 presunti affiliati alla ‘ndrangheta.
Le persone destinatarie del provvedimento apparterrebbero, in particolare, alle cosche Morabito ed Aquino. Tra loro, inoltre, anche alcuni imprenditori contigui agli stessi gruppi criminali.
I beni confiscati consistono, in particolare, in otto società commerciali, comprensive dei rispettivi patrimoni immobiliari.
Tra i beni oggetto del provvedimento anche alcuni complessi residenziali in alcuni centri della Locride. La confisca costituisce l’epilogo di un’articolata indagine (operazione “Metropolis”) coordinata dalla Dda reggina. Le investigazioni si concludevano nel 2013 con l’esecuzione di 20 provvedimenti restrittivi per associazione per delinquere di tipo mafioso e di intestazione fittizia di beni.

ARRESTATO
E’ stato arrestato dai carabinieri a Cittanova il latitante Giuseppe Facchineri, di 47 anni, elemento di spicco dell’omonima cosca con precedenti per associazione di tipo mafioso, omicidio, strage, rapina, porto abusivo di armi, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, furto aggravato, ricettazione.
Facchineri, già sorvegliato speciale, era ricercato dal 2016 quando, nell’ambito di un processo a suo carico, dopo il ripristino della custodia cautelare in carcere non aveva più fatto rientro nell’abitazione dove scontava gli arresti domiciliari.
L’arresto del quarantasettenne è stato fatto al culmine di un blitz condotto dai carabinieri di Taurianova, con l’ausilio dei militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori e dell’ottavo Nucleo elicotteri di Vibo Valentia. L’uomo è stato trovato nel covo dove periodicamente incontrava la moglie. Le indagini dei militari sono andate avanti per oltre un anno e mezzo.

IN VIAGGIO CON LA DROGA
Viaggiava sull’autostrada Salerno Reggio-Calabria a bordo della sua auto con oltre mezzo chilo di marijuana. Un uomo di 32 anni, L.S., di Salerno, è stato arrestato dalla Polstrada.
Gli agenti, nel corso di un servizio sull’arteria, nel territorio del comune di Marzi, hanno proceduto al controllo dell’auto del giovane che si è mostrato subito molto nervoso.
Dal controllo minuzioso della vettura è stato trovato, nella parte sottostante della carrozzeria, dove era stato saldamente fissato, un involucro di cellophane contenente la droga per un totale di 570 grammi. Dalla sostanza stupefacente trovata si sarebbero potute ricavare 1.533 dosi.
All’interno di un giubbino di proprietà di L.S. riposto nel sedile posteriore dell’auto è stato trovato, inoltre, un coltello a serramanico mentre nel cofano bagagli è stata c’era una mazza in ferro, tipo quelle usate per il baseball, di genere vietato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *