Notizie della Calabria del 22 giugno

Ascolta il radiogiornale della Calabria

notizie1     

 

Un operaio, Salvatore Inzillo, di 46 anni, è stato ucciso stamattina in un agguato a Sorianello, un centro del vibonese.
Nel momento dell’agguato, Inzillo stava percorrendo, alla guida della propria automobile, una strada del centro storico del paese. Contro l’operaio, che era solo nella vettura, sono stati sparati quattro colpi di fucile caricato a pallettoni che non gli hanno dato scampo. Le indagini sull’omicidio sono state avviate dai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno. La vittima, secondo quanto é emerso dalle prime indagini, sarebbe stata legata ad ambienti della criminalità locale nell’ambito dei quali sarebbe maturato il movente dell’omicidio.

Un uomo di 63 anni, V.Z., é stato arrestato dai carabinieri in un centro della provincia di Reggio Calabria con l’accusa di avere sottoposto a violenza sessuale una bambina di 10 anni dopo averla adescata all’uscita da scuola. L’arresto é stato eseguito dai militari della Compagnia di Gioia Tauro sulla base di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal Gip di Palmi su richiesta della Procura della Repubblica.
I fatti risalgono al 7 giugno scorso. A dare l’allarme, facendo scattare le indagini che hanno portato all’arresto di V.Z., é stata la madre della bambina quando non ha trovato la figlia all’uscita da scuola.
Secondo la ricostruzione dei carabinieri, l’uomo é riuscito a portare a casa sua la bambina, attirandone l’attenzione con alcuni cagnolini, e l’ha accarezzata nelle parti intime.
Successivamente l’ha ricondotta a scuola, dove si trovavano i genitori.

Sono 507 i migranti giunti stamattina nel porto di Crotone a bordo della nave “Vos Hestia”, dell’organizzazione umanitaria Save the Children.
Tra i migranti, provenienti in prevalenza dalla regione subsahariana dell’Africa, molte le donne, alcune delle quali incinte, ed i minori, salvati in operazioni di soccorso in mare mentre erano a bordo di cinque gommoni.
Ad accogliere i migranti nel porto di Crotone il sistema coordinato dalla Prefettura di Crotone. I migranti sono stati trasferiti temporaneamente nel Centro di prima accoglienza Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto. Da qui saranno condotti in varie località secondo il piano di riparto predisposto dal Ministero dell’Interno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *