Notizie della Calabria del 6 aprile – FINTI ABBONAMENTI PER CONTO DELLA GDF

 

Ascolta il radiogiornale della Calabria

notizie1     

RAPINA AGGRAVATA E LESIONI
Avrebbe organizzato una rapina assieme ad altre due persone per fare fronte ai propri problemi economici. Un negoziante e due suoi complici, sono stati arrestati dalla Squadra mobile di Crotone con l’accusa di rapina aggravata e lesioni.
I fatti risalgonono a febbraio scorso quando un sessantaduenne giunto nell’esercizio commerciale di uno degli arrestati per riscuotere la pigione per conto del proprietario del locale era stato malmenato e derubato di 2.500 euro da due persone travisate e una armata di pistola. In base alle testimonianze raccolte nell’immediatezza, l’attenzione degli investigatori si era indirizzata sul proprietario del negozio.
La visione di alcuni filmati della video sorveglianza di un esercizio vicino e alcune intercettazioni hanno poi consentito di avere ulteriori conferme e di portare all’individuazione dei responsabili tra i quali lo stesso commerciante, in difficoltà per alcuni debiti, e un suo dipendente che si era rivolto ad una terza persona.

FINTI ABBONAMENTI PER CONTO DELLA GDF
Proponevano telefonicamente abbonamenti ad una finta rivista spacciandosi per appartenenti alla Guardia di finanza. Quattro ordinanze di custodia cautelare personale (una ai domiciliari, un obbligo di dimora e due di presentazione alla Pg), sono state eseguite dai finanzieri di Palmi con il coordinamento della Procura nei confronti di altrettante persone. Eseguito anche il sequestro di una società e di un immobile utilizzato come sede del call center.
I destinatari dei provvedimenti, contattavano cittadini, prevalentemente gestori di pubblici esercizi o comunque titolari di partita iva, invitandoli a sottoscrivere un abbonamento con pagamento in contrassegno, precisando, al fine di invogliare i malcapitati utenti, che gli introiti sarebbero stati devoluti in beneficenza per aiutare le famiglie bisognose o colpite da catastrofi naturali. In qualche caso per indurre i loro interlocutori ad assecondare le richieste adombravano minacce di controlli tributari o di conseguenze negative.

IMMATRICOLAZIONI AUTOCARRI
Nel 2016, in Calabria, le immatricolazioni di autocarri con peso totale a terra superiore a 16 tonnellate, sono aumentate del 78,1% rispetto al 2015. A rilevarlo è un’elaborazione del Centro ricerche Continental su dati Aci.
Sempre nel 2016 le immatricolazioni di autobus nella regione sono cresciute del 13,9% rispetto all’anno precedente. A crescere di più è la provincia di Reggio Calabria che ha registrato l’aumento maggiore (+168,2%). Seguono Cosenza (+103,7%), Crotone (+50%) e Catanzaro (+30%). A Vibo Valentia è stato registrato un calo del 21,4%. Nel comparto delle immatricolazioni di autobus due sono le province che fanno registrare dati positivi (Reggio Calabria e Cosenza, con aumenti rispettivamente del 50% e 16,7%) e tre che hanno fatto registrare dati negativi (Catanzaro, Vibo Valentia e Crotone).

LA CINA IN VISITA IN CALABRIA
A fine giugno una delegazione di tour operator e giornalisti cinesi sarà in visita in Calabria per conoscere l’offerta turistica e per dare avvio ad un percorso di accoglienza dei turisti cinesi interessati alle attrazioni della regione. L’iniziativa fa seguito all’assegnazione alla Calabria, prima regione in Italia, della certificazione “Welcome Chinese”, riconoscimento governativo di Pechino che permette l’ingresso nel mercato cinese del turismo in modo diretto e di beneficiare del sostegno della China Tourism Academy.
In contemporanea, nel paese della Grande muraglia, verrà avviata una campagna promozionale sui social media locali, come quella su Wechat, che completerà l’azione promozionale e supporterà il processo di avvicinamento della Calabria alla Cina. Sono oltre 500 le strutture certificate “Welcome Chinese” in rappresentanza di 32 paesi in tutto il mondo. Il leitmotiv della Calabria in Cina sarà il colore rosso simbolo che unisce e lega le due culture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *