Notizie di Cosenza e Crotone del 19 Maggio

 

Ascolta il Radiogiornale di Cosenza e Crotone

notizie2     

 

AMIANTO SUI CAPANNONI DEL PALAZZTTO DELLO SPORT
La commissione ambiente di Palazzo dei Bruzi si è recata nei quartieri di Cosenza Casali e Caricchio per un sopralluogo riscontrando, si legge in un comunicato a firma del capogruppo Pd Damiano Covelli, «degrado ed incuria assoluti. Coperture di amianto su capannoni che sono un serio pericolo per la salute pubblica; totale abbandono del Palazzetto dello Sport, che fino a qualche anno fa era una struttura sportiva che serviva tante associazioni del territorio; villetta di Casali che per i cittadini rappresenta ormai un pericolo e non certamente un luogo di svago.

IL PROCURATORE SPAGNUOLO INCONTRA IL QUESTORE
Il Procuratore della Repubblica di Cosenza, Mario Spagnuolo, ha fatto visita oggi al Questore di Cosenza Giancarlo Conticchio. L’incontro informale, svoltosi alla presenza dei funzionari della stessa Questura ed in uno spirito costruttivo, si è concluso con l’assicurazione di continui e reciproci rapporti di collaborazione tra la Polizia di Stato e la Magistratura nell’interesse della sicurezza dei cittadini.

RIUNIONE DEL PREFETTO TOMAO
Il prefetto di Cosenza Gianfranco Tomao ha presieduto una riunione alla quale hanno partecipato i vertici delle forze dell’ordine, il rettore dell’Università della Calabria, il presidente della Camera di commercio e i rappresentanti dell’associazione antiracket “Lucio Ferrami”. Obiettivo dell’incontro quello di individuare azioni comuni di prevenzione e contrasto al fenomeno dell’usura e del racket.

SEQUESTRI
Mercoledì 17 maggio, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cosenza con il supporto di personale della Stazione Carabinieri Forestale di Montalto Uffugo, hanno proceduto a dare esecuzione a decreto di sequestro preventivo di una cava per l’estrazione di materiale inerte attualmente in coltivazione in località Costiera – Borgo Partenope nel Comune di Cosenza.
La cava oggetto del sequestro è stata realizzata su terreni sottoposti a vincolo paesaggistico ambientale in quanto area formata da bosco misto di Roverella con presenza di Corbezzolo, Orniello ed Erica Arborea e area ricadente nella fascia di rispetto estesa 150 metri del sottostante Fiume Ispica.

IN ARRIVO LE CAROVANE DEI MIGRANTI
Domani, 19 maggio all’Acquario Bistrot e il 20 maggio al G.A.S. due giorni all’insegna dell’accoglienza, dei diritti, della difesa dell’ambiente, della solidarietà e della giustizia sociale con le Carovane in arrivo da Torino. I Sud del mondo fanno tappa in Calabria: arrivano a Cosenza le Carovane Migranti. Per il terzo anno consecutivo e sull’esempio della Caravana de madres buscando a sus migrantes desaparecidos che attraversa il Centro America, organizzata dal Movimiento Migrante Mesoamericano, un gruppo di torinesi attraversa a sua volta l’Italia da nord a sud, insieme ad alcuni testimoni delle lotte per i diritti dei migranti in America Latina, Tunisia e Sudafrica.

IL COMUNE DI COSENZA HA PIU’ DEBITI
Il Comune di Cosenza è il più indebitato della Calabria, per le finanze del 2014. Per un ente locale l’indebitamento non è di per sé un elemento negativo, in quanto può servire a finanziare infrastrutture necessarie per la comunità. Detto questo, va tenuto conto della sua dimensione per capire se potrà essere sostenibile. È questa una piccola guida per considerate nel modo giusto i risultati offerti dall’ultimo dossier di Openpolis, il portale-progetto che si propone di “aprire” le amministrazioni pubbliche ai cittadini. La classifica – realizzata costruendo un indice percentuale direttamente proporzionale al livello di indebitamento – si applica anche ai Comuni calabresi e riguarda i dati finanziari del 2014. Sul podio dei centri più indebitati ci sono Terranova da Sibari, Longobardi e Grisola, tutti e tre nel Cosentino. Tra i capoluoghi di provincia invece il più “carico” di debiti è Cosenza, con un indice del 240,8%, seguito da Reggio Calabria (182%), Vibo Valentia (132,14%), Catanzaro (97,79%) e Crotone (39,09%). Ma tra i centri più popolosi spicca Lamezia Terme con il 243,97%. Zero indebitamento (e dunque zero investimenti), invece, per Africo, Bova, Caloveto, Cirò, Francavilla Angitola, Gioiosa Jonica e Santa Maria del Cedro.

NOTIZIE DA CROTONE
“Ci occuperemo del Cara di Crotone per valutare se ci sono i presupposti per il commissariamento”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, ascoltato dalla Commissione migranti, in riferimento all’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro che ha scoperto infiltrazioni della cosca “Arena” della ‘ndrangheta nella gestione del centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto, portando all’arresto di 68 persone.Secondo Cantone “emerge un quadro inquietante: l’appalto era fatto anche bene, ma la lunghezza già avrebbe dovuto già destare perplessità. Bene ha fatto il ministro Minniti a disporre un’ispezione, di cui chiederemo gli esiti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *