Notizie di Cosenza e Crotone

Ascolta il radiogiornale di Cosenza e Crotone

notizie2     

ALLEANZE E SINERGIE
Cooperazione, alleanza e sinergie: questi i principi ispiratori del meeting dei quadri Cicas della provincia di Cosenza tenutosi l’8 Aprile in un noto Hotel cosentino.
A presenziare il meeting il Cav. Giorgio Ventura Presidente Nazionale il quale, dopo aver salutato tutti i presenti, ha illustrato il quadro completo della situazione Nazionale evidenziando i molteplici risultati raggiunti, i vari partenariati acquisiti e i successivi progetti in fase di attuazione. Si è parlato del problema della direttiva Bolkestein, nei confronti della quale il Presidente Ventura (e tutto il Direttivo Nazionale) è impegnato ormai da tempo in difesa dei mercanti ambulanti e dei lidi per evitare la privatizzazione degli spazi comuni.

TRANVIA COSENZA-RENDE
Il Presidente della Regione Mario Oliverio ha scritto al sindaco di Cosenza Mario Occhiuto in risposta alla sua lettera dei giorni scorsi, con riferimento al sistema di collegamento metrotramvia Cosenza –Rende – Università della Calabria. Nella risposta, Oliverio precisa, innanzitutto, che il procedimento “in oggetto è stato pensato, concordato, avviato, sin da un ventennio circa, da tutti gli Enti interessati, tra cui, in primis, il Comune di Cosenza e da tutti gli Enti coinvolti è stato proseguito e portato a compimento con Delibere ed atti formali autonomi o resi in Conferenza dei Servizi, sui cui effetti giuridici ed amministrativi, ben noti, è inutile soffermarsi in questa sede. La Regione, tra tutti gli Enti interessati, ha assunto e svolto il compito concordemente assegnatole e costantemente confermatole, di Soggetto promotore, in ossequio alla normativa statale e regionale (art. 34 TU Enti Locali ed articoli 11 e 13 LR 19/2001). Ed ogni singolo atto o fase del complesso procedimento – ha scritto il Presidente della Regione – è stato posto in essere dal Soggetto promotore con il costante coinvolgimento formale -nei termini richiesti dalla legge e dalle intese assunte- di tutti gli enti interessati

IL VALORE DEL PATRIMONIO CULTURALE
La cultura e le ricchezze storico-documentali diventano strumenti di promozione del territorio e dei suoi prodotti. E’ questo il fulcro dell’accordo firmato oggi da Klaus Algieri, presidente della Camera di Commercio di Cosenza e da Rita Fiordalisi, direttore della Biblioteca Nazionale di Cosenza. Obiettivo dell’intesa è “la reciproca valorizzazione dei loro patrimoni librari e per lo studio e l’analisi storica del tessuto produttivo locale, con l’obiettivo di mettere in comune le rispettive risorse e competenze a favore del territorio”.

COSENZA, UNA CITTA’ CHE LEGGE
Cosenza è tra i Comuni che hanno ottenuto la prestigiosa qualifica “Città che legge”, nell’ambito del bando promosso dal “Centro per il libro e la lettura”, d’intesa con Anci. Si tratta di un’ottima attestazione per il capoluogo bruzio, risultato tra i Comuni vincitori grazie a specifici requisiti. “Siamo orgogliosi che Cosenza sia stata inserita in questa classifica che vede anche il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali – afferma il sindaco Mario Occhiuto – a testimonianza dell’impegno, da parte dell’Amministrazione comunale, per lo sviluppo territoriale che deve sempre includere, oltre alle opere materiali, quelle immateriali, di crescita e coscienza civica. La buona pratica della lettura forma uomini liberi, e noi continueremo a puntarvi coinvolgendo i giovanissimi in iniziative che ne facciamo comprendere l’importanza nell’ambito della loro formazione”.

NOTIZIE DA CROTONE
Dieci anni di lavori, 600mila metri cubi di materiale da smaltire e, soprattutto, niente resterà in situ e sarà abbancato o tombato sull’attuale sito industriale. Queste le novità della conferenza stampa di questa mattina tenuta dal Procuratore di Crotone, Giuseppe Capoccia, sulla bonifica dei siti industriali di competenza Syndial, ovvero Eni. E vale a dire le discariche a mare e sito industriale (ad eccezione del sito Sasol). L’ipotesi è la bonifica tramite l’asportazione del terreno compromesso da agenti inquinanti. La Procura si è avvalsa della consulenza di tre esperti che sono i prof. Mauro Sanna, Nazzareno Santilli e Rino Felici. A loro la Procura di Crotone si è rivolta per una valutazione sullo studio di fattibilità dei progetti di bonifica di Syndial. Sembrerebbe scongiurato, dunque, il pericolo di vedere ancora colline e sarcofagi di rifiuti tossici su quella parte di città

Crotone ora sarà unita a Samo per sempre e nel nome di Pitagora.
Nella seduta di ieri, infatti, il Consiglio comunale di Crotone ha aprpvato all’unanimità la ratifica ufficiale e l’immediata esecuzione del gemellaggio internazionale tra Crotone e Samo.
Questo importante passo conclude l’iter burocratico, insieme alle pratiche già espletate nell’isola greca patria natale di Pitagora. Ora si attende solo la conferma e la registrazione nelle sedi ministeriali della Repubblica Italiana e all’Unione Europea.
Il 20, 21 e 22 maggio una delegazione di Samo, composta dal Sindaco e da altre importanti personalità, sarà a Crotone per la cerimonia e la firma del protocollo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *