Rassegna Calabria del mattino del 16 ottobre

Ascolta il GR

notizie1     

 

Notizie

Alcuni automobilisti rimasti bloccati a causa del maltempo sono stati soccorsi e tratti in salvo dai vigili del fuoco del distaccamento volontario di Girifalco. E’ successo sulla strada provinciale 89, all’altezza del bivio per il comune di Cortale.

    Alcune auto sono rimaste bloccate da un lato da uno smottamento e dall’altro da un albero caduto. I vigili del fuoco hanno lavorato diverse ore per liberare il prima possibile la strada e consentire la ripresa della marcia dei veicoli.

    Tra gli automobilisti vi sono stati momenti di paura per il forte maltempo ma non si sono registrati danni a persone.

Il Tribunale del riesame di Reggio Calabria discuterà domani i ricorsi presentati dalla difesa e dalla Procura di Locri relativi al sindaco di Riace Domenico Lucano, ai domiciliari dal 2 ottobre scorso. I difensori di Lucano, gli avvocati Antonio Mazzone e Andrea Daqua, chiedono la rimessione in libertà del loro assistito che dopo l’arresto è stato sospeso dalla carica dal prefetto di Reggio Calabria. Il gip di Locri aveva motivato l’arresto con il pericolo di reiterazione del reato essendo Lucano in carica. La Procura, guidata da Luigi D’Alessio, invece, chiede di valutare le contestazioni mosse a Lucano che non sono state accolte dal Gip tra cui associazione a delinquere, concussione, truffa aggravata, abuso e malversazione. Il gip ha contestato solo il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e l’illecito affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti. La Procura ha chiesto anche di rivalutare la posizione di altre 14 persone per le quali aveva chiesto, senza ottenerli, i domiciliari.

Sessantanove migranti, in gran parte di nazionalità irachena e pachistana, sono sbarcati la notte scorsa da un veliero sul litorale di Crotone, in località Gabella, a nord del capoluogo.

    Il natante sul quale i migranti hanno viaggiato è una barca a vela arenatasi davanti alle coste sabbiose della località mentre imperversava un temporale. A lanciare l’allarme è stato un residente nella zona. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia di Stato.

    I migranti, tutti in discrete condizione di salute, sono stati accompagnati nel Cara (Centro accoglienza richiedenti asilo) di Isola Capo Rizzuto.

Tre persone sono state denunciate con l’accusa di abusivismo edilizio a Petilia Policastro dai carabinieri della locale Compagnia dell’Arma che hanno sequestrato un cantiere. Le persone denunciate sono il committente dei lavori e gli esecutori delle opere.

    I militari, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dell’abusivismo edilizio sul territorio di competenza, hanno constatato, nella frazione Pagliarelle, la realizzazione da parte di un cittadino residente di un tetto costruito in assenza delle autorizzazioni previste dalla legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *