Bollettino impianti Camigliatello e Lorica del 15 gennaio

buongiorno da Camigliatello.
Situazione del giorno 15 gennaio 2022.

Impianto: aperto.

Piste: rossa aperta.
blu aperta con la chiusura dell’ultimo tratto. La neve scesa
ancora non permette la battitura.

Campo scuola a valle aperto

neve: monte cm 45
valle cm 25.

Ricordiamo agli amanti dello sci, neve molto pesante sulle piste. le temperature risultano ancora alte ed il grado di umidità troppo elevato.

Rifugio
A valle aperto
A monte aperto
Bar a monte aperto

Lorica
Comprensorio sciistico

Buongiorno a tutti da Lorica! Ecco le condizioni di oggi:

IMPIANTI
Seggiovia: Aperta
Cabinovia: Aperta
Skilift: aperto

PISTE
Rientro: Aperta
Cavaliere: Aperta
Inferno1: Aperta
Inferno2: Aperta

RIFUGIO:
Piazzale Cavaliere: Aperto
Monte Botte Donato: Chiuso

Aiutaci a crescere invita i tuoi amici di Facebook a mettere MI PIACE sulla pagina

Grave incidente sulla SS107 nei pressi di San Giovanni in Fiore

È di un morto e due feriti il bilancio del grave incidente stradale che si è verificato sulla statale 107 nel comune di San Giovanni in Fiore. Sul sinistro avvenuto esattamente di fronte al distaccamento locale dei Vigili del Fuoco, in cui sono rimaste coinvolte due vetture, una Suzuki Vitara e una Fiat Panda, sono in corso gli accertamenti per ricostruirne la dinamica.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 per le cure del caso, le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, i tecnici dell’Anas che stanno gestendo la viabilità. Al momento il traffico sul tratto interessato è bloccato ed è stato deviato sulla viabilità locale con segnalazioni sul posto.

fonte http://www.cn24tv.it/news/231847/tragedia-sulla-107-silana-crotonese-un-morto-e-due-feriti.html

Il 18 dicembre si torna a sciare a Camigliatello

A Camigliatello si torna a sciare dal 18 dicembre e in piena sicurezza. E’ quanto dichiarato dal direttore dell’Arsac Bruno Maiolo, in un’intervista, che ha affermato di essersi preso la responsabilità di chiedere la proroga della verifica ventennale per non far saltare la stagione. Ha garantito che non ci sono rischi e si può, pertanto, tornare a sciare in totale sicurezza.

Tutto ciò, grazie a una richiesta, non last minute, di proroga che Arsac ha inoltrato al Ministero e che è stata accettata dall’Ustif, l’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi. Il 14 dicembre di quest’anno si rischiava di mandare in fumo una nuova stagione turistica per la scadenza della concessione ventennale.

La proroga è fino al 1 maggio, data nella quale gli impianti saranno chiusi per revisione. Il Direttore dell’Arsac ha, infine dichiarato, che si aspetta che la Regione  “metta” i soldi sul bilancio di previsione 2022. Se tutto dovesse andare al meglio in quattro mesi e mezzo i lavori verranno completati e l’impianto sarà pronto per l’autunno prossimo, sempre in piena sicurezza e senza dover agognare una normale stagione invernale, fondamentale per l’economia e lo svago degli abitanti e dei turisti.

fonte:Camigliatelloturismo.it

In Sila arriva la Stella Michelin

È stata data la stella nel pomeriggio del 23 novembre, Antonio Biafora del ristorante Hyle.

Grandi professionista, grande orgoglio territoriale per tutti no.

Il mio viaggio in Sila – Azienda Lara Grillo

Continua la rubrica “Il mio viaggio in Sila”. Oggi facciamo tappa a Longobucco e scopriamo l’azienda agricola di Grillo Lara.

Questa azienda produce dei formaggi fantastici, tutti fatti con genuino latte di Capra. La varietà che allevano e tra le più pregiate: la scamosciata delle Alpi. Il suo bianco latte e molto particolare, con un gusto molto delicato in bocca.

Oggi scopriremo sia lo yogurt che il formaggio fresco di capra.

Iniziamo dallo yogurt che in bocca è cremoso e delicato, il gusto non è intenso ma molto amabile, ne esistono vari gusti, tutti da provare, parola di gastronomo!

Passiamo adesso al formaggio fresco di capra. Il gusto anche in questo caso è delicato ma intenso, abbastanza persistente ma non invasivo e tuttaltro che stucchevole.

Un formaggio molto cremoso, fantastico se abbinato a una confettura di arance o fichi.

Da gastronomo vi consiglio di provare questi due prodotti, scoprirete un gusto molto diverso dei formaggi di capra in commercio e del tutto particolare.

Seguiteci anche sulle nostre pagine Facebook e Instagram: “il gastronomo con il baffo”. Per voi, tante notizie gustose!

Food Experience in Sila – Sila Funghi Campanaro

Sul corso di Camigliatello Silano c’è un posto che non puoi non andare a visitare

Sto parlando della salumeria Sila Funghi Campanaro e del sua saletta all’interno, un luogo molto accogliente dove passare dei momenti di relax ed essere coccolato da un punto di vista gastronomico.

Per esempio, io preferisco tre piatti del loro vastò menù che comprende anche due menù speciali dedicati al suino nero di Calabria e alla mucca podolica.

Vi domanderete quali sono… semplice lo stinco di maiale al forno, un connubio tra morbidezza e succulenza, vi devo dire fantastico, cotto benissimo, fuori bello croccante, la carne interna invece bella umida e non secca.

Uno stinco molto buono, morbido e succulento fino alla fine. Vi consiglio di provarlo!

Il secondo piatto è costituito dalle costine di maiale con salsa bbq. Le adoro, si sciolgono in bocca, un gusto molto particolare tutto da provare.

Infine l’uovo con sopra il tartufo nero del pollino, un connubio perfetto tra semplicità e gusto.

Da non dimenticare anche la selezione di formaggi e salumi, il tutto in una cornice stupenda di montagna.

Il punteggio secondo la nostra scheda di questo locale e 87/100 (scopri il nostro metodo di valutazione, scarica il corso gratuito sulla piattaforma Udemy.com).

Superstrada Ss107 Aperta

Finalmente ieri pomeriggio è stato aperto al traffico il tratto tra Fago del Soldato e Spezzano Sila.

PRIMA EDIZIONE DI TRIATHLON CROSS SILA. IL LAGO ARVO SCENARIO DELL’EVENTO

Arriva a Lorica, nel cuore del Parco Nazionale della Sila, la gara dedicata agli atleti
che amano la natura.

Lo sport e la natura per guardare con fiducia al futuro. Questo è l’assunto che ha ispirato la prima edizione di Triathlon Cross Sila, la manifestazione organizzata da Atlas Cosenza con il patrocinio dell’Ente Parco Nazionale della Sila e della Federazione Italiana Triathlon, che si terrà domenica 11 luglio a Lorica, in provincia di Cosenza. Il lago Arvo per l’occasione diventerà teatro della prima gara di Triathlon Cross a queste latitudini che comprende tre momenti in cui l’atleta senza soluzione di continuità passa dalla prova di nuoto (1.000 mt), alla mountain bike (20.000/25.000 mt) e alla corsa (6.000/8.000 mt), dimostrando capacità di forza e di resistenza. L’evento di domenica è inserito all’interno di un intero weekend dedicato a eventi sportivi collaterali e momenti di scoperta del territorio. La gara di luglio a Lorica rientra nel Circuito Nazionale Cross Triathlon della FITRI, insieme alle gare di Capoliveri (LI) in programma ad aprile, di Sestri Levante (GE) a
maggio e Rotzo (VI) ad agosto.
L’evento si svolgerà in uno scenario unico e affascinante: il villaggio di Lorica incastonato nella valle tra i boschi e i corsi d’acqua che circondano il Lago Arvo. Il Parco Nazionale della Sila è un luogo perfetto per il triathlon anche per la presenza dei suoi laghi che risultano ottimali per la prova di nuoto. La sfida entra poi nel vivo con la corsa in montagna e in mountain bike con le ripide salite e i saliscendi tipici dell’altopiano. Dalle vette silane, durante le giornate soleggiate terse di azzurro, si possono osservare l’Etna e l’Aspromonte a sud ed il Pollino a nord. Inoltre, all’ora del crepuscolo è possibile scorgere in lontananza l’isola di Stromboli, che per gli antichi era “il faro del mediterraneo”.
La Sila non smette mai di stupire, la sua bellezza è nascosta nella diversità di panorami, paesaggi di tipo montano e pianeggiante al tempo stesso. Boschi fittissimi si alternano a pascoli circondati da fiumi e laghi. Questi luoghi sono caratterizzati da una ottimale interazione tra uomo e natura come certificato dall’Unesco con il riconoscimento di Area MaB a seguito dell’inserimento del Parco Nazionale della Sila tra le dieci riserve italiane della biosfera. Un luogo che permette agli sportivi, e non solo, di avere un rapporto intimo con la natura incontaminata.
L’idea di organizzare Triathlon Cross Sila nasce da una combinazione di incontri tra il fondista Mario Silletta, maestro di sci e guida ufficiale del Parco che sostenuto dalla sua passione per la Sila lo scorso anno ha deciso di cimentarsi “in solitaria” in questa impresa multidisciplinare, e Mario Siciliano, Presidente Atlas Triathlon di Cosenza. L’evento gode del sostegno e del patrocinio del Parco Nazionale della Sila che sostiene la vocazione
dell’altopiano silano per il turismo sportivo e incentiva gli sport sostenibili. Fin da subito gli organizzatori hanno inteso coinvolgere nel progetto la rete turistica Destinazione Sila, da anni impegnata nella valorizzazione e promozione del territorio silano e della sua offerta
turistica, che ha accolto con entusiasmo l’iniziativa nella consapevolezza che tali eventi sportivi rappresentino un’opportunità di promozione e sviluppo turistico del Parco Nazionale della Sila.
L’obiettivo dell’evento, visto il patrimonio naturalistico in cui si svolge, non sarà solo
raggiungere la cima attraverso una esperienza adrenalinica, ma è anche quello di
coniugare la pratica sportiva con l’impegno e il rispetto per l’ambiente. Tutelare e dare
valore al territorio e alla biodiversità rappresenta un punto di partenza fondamentale
nell’organizzazione dell’evento.
Un evento nuovo di grande richiamo e che intende crescere nel tempo fino a divenire una
tappa di riferimento a livello internazionale per questa disciplina. Un appuntamento da non
perdere non solo per gli appassionati di triathlon ma anche per tanti turisti che potranno
seguire le imprese degli atleti in gara.

L’ente Parco Nazionale della Sila partecipa alla seconda edizione di “Fuori campo – Il cinema racconta il territorio”

Affidato alla funzionaria Barbara Carelli il dibattito su marketing territoriale e cinema, in programma sabato 27 marzo sulle pagine social di Rete Cinema Calabria


Si chiama “Fuori campo – Il cinema racconta il territorio” ed è il progetto che, finanziato dal Mibact, vuole narrare, attraverso la proiezione di pellicole ma anche con incontri e workshop, i luoghi in cui viviamo. Alla sua seconda edizione, l’evento prende il via oggi, mercoledì 24
marzo, e si conclude domenica 28: a causa dell’emergenza sanitaria da Covid19 cambia tuttavia veste. Tutti gli appuntamenti del pregiato cartellone sono, infatti, fruibili (gratuitamente) in streaming sulle pagine social di Rete Cinema Calabria – l’associazione culturale che di “Fuori Campo” è organizzatrice insieme a diversi partner -, mentre i film sono visionabili sulla piattaforma MyMovies.

“Fuori campo” ha dunque l’obiettivo di raccontare cinque diversi territori dell’area regionale calabrese: non solo film e dibattiti, in programma sono previsti anche interviste a esperti e artisti di fama nazionale e filmati di grande impatto visivo ed emozionale. I temi principalmente affrontati riguardano il binomio ambiente-cinema, la biodiversità, il marketing turistico e le molteplici attività di salvaguardia e valorizzazione naturale da porre in essere.

E così, in tale scenario, ben si inserisce nel corso della manifestazione la partecipazione, oltre che del FAI,dell’Ente Parco Nazionale della Sila, pronto a far luce – tra le altre cose – sul legame imprescindibile e assai longevo tra i suoi territori e la settima arte. Non è un caso che il Parco sia stato spesso (e continui a esserlo) preziosa location di film e serie televisive di successo: un autentico set a cielo aperto di cui andare fieri e, soprattutto, su cui moltissime maestranze locali possono trovare spazio.

La giornata dedicata alla montagna è fissata a sabato 27 marzo: alle ore 18.30 la funzionaria dell’Ente Parco Nazionale della Sila, responsabile Servizio Educazione Ambientale, Comunicazione, Promozione, Marketing e Turismo, Barbara Carelli prenderà parte al talk dal titolo “Il marketing territoriale in relazione al cinema”, insieme alla responsabile operativa de I Giganti della Sila del FAI Simona Lo Bianco. Sempre sabato 27, tra i diversi e interessantissimi momenti culturali, si segnala il workshop delle 17 su “Scrittura creativa: dal romanzo al cinema”, a cura di Gioacchino Criaco.

Il programma completo può essere visionato nell’allegato in calce.